Luca Torzolini recita a Dario Fo “Poesia del Servo”, un’opera che descrive uno dei segreti racchiusi nel tempo: se da una parte esso determina nascita, vita e morte del corpo fisico, dall’altra dona la possibilità di vivere il tempo futuro nella voce di chi ti amerà per ciò che hai detto e fatto, di vivere il presente in maniera piena e sensazionale secondo per secondo e di comprendere di colpo la necessità formativa del proprio passato, essendo predestinati ad evolversi come mediatori delle voci divine.
Dario è un eroe, un esempio per chi ama davvero l’arte e la considera una possibilità d’evoluzione per lo spirito umano. Questa poesia è dedicata a lui e a tutti coloro che in futuro serviranno cause a favore dell’umanità intera.