di Luca Di Berardino

Piattaforma: PC
Genere: Strategia a turni
Software house: 1c Company
Distributore:
Ubisoft

Fantasy wars 3Da Command & Conquer in poi, i giochi di strategia sono stati sempre fondati sull’azione contemporanea; niente tempo per pensare! Accumula risorse, gonfia l’esercito e spediscilo al macello. Più tempo perdi e più sono alte le probabilità di sconfitta.
Finalmente qualcuno ha deciso di cambiare rotta: niente più corse contro il tempo: Fantasy Wars vi lascerà il tempo di ragionare su ogni mossa grazie ad un sistema a turni che favorisce la tattica a scapito della frenesia.
L’esile background ripesca a piene mani dalle varie saghe fantasy come Il signore degli anelli, Warhammer e Warcraft: la solita guerra infinita fra orchi, umani ed elfi. Ovviamente non è qui che i programmatori vogliono fare colpo; mirano a conquistare quella fetta di videogiocatori che pur amando la strategia si sentono più vicini agli scacchi che ai RTS.
Solo tre eserciti ma ognuno con una infinità di truppe da dividere in  quattro categorie: prima linea come fanteria e cavalleria pesante; seconda linea come arcieri o maghi; incursori che agiranno dietro le linee nemiche e come ciliegina una serie di unità bizzarre come mongolfiere e pterodattili.
Se poi consideriamo i generali che aumentano le statistiche delle unità adiacenti, il terreno che modifica le difese delle truppe e una valanga di abilità speciali per personalizzare le proprie unità, ci accorgiamo di avere tra le mani un prodotto davvero innovativo.
Fantasy wars non teme di andare controcorrente: giocare a turni su una scacchiera esagonale è una scelta coraggiosa e strizza l’occhio ad un pubblico più affezionato ai giochi da tavolo anni ottanta che alle battaglie virtuali. Forse una delle tante opere d’arte videoludiche destinate a rimanere in secondo piano, sormontate da prodotti meno raffinati ma con una grafica all’ultimo grido.

SHARE
Previous articleLa fine di Luigi
Next articleHellgate London