La Raje e l’utopia del fumetto

Spesso definito “letteratura disegnata”, il fumetto esprime un pensiero, una visione o a volte semplicemente un’emozione dell’autore tramite un particolare codice narrativo. Esso è costituito da sequenze illustrate montate a ricreare il tempo in cui si vuole raccontare la storia. La Raje, progetto dell’etichetta Abruzzocomics, è un magazine finanziato dall’associazione culturale no profit L.N.D. di Cellino Attanasio.

Visita guidata all’Arkham Asylum

Tutto nacque nel lontano 1989, quando un giovane scrittore scozzese, appena arrivato negli States, propose alla DC di promuovere l’Arkham Asylum, manicomio di Gotham City sino allora apparso solo come sfondo, a protagonista assoluto, presentandolo ai lettori sotto tutt’altra luce: una luce mostruosamente oscura.

Se questo è un topo

Se questo è un uomo, si chiedeva Primo Levi. Art Spiegelman gli rispose alla prima vignetta. E l’effetto della sua risposta fu così dirompente che nel 1992, al Premio Pulitzer, dovettero creare uno “Special Award” per poterla premiare: fu il Big Bang del mondo del fumetto, l’evento che diede inizio all’era della Graphic Novel.

Watchmen, la Divina Commedia del fumetto

Watchmen è probabilmente la più importante Graphic Novel mai concepita. Si tratta oggettivamente del più grande capolavoro a fumetti mai realizzato, una sorta di Divina Commedia dei comics. Gli autori di Watchmen sono Alan Moore e Dave Gibbons, entrambi britannici ed entrambi testimoni, per ragioni anagrafiche, del crollo dei favolosi anni sessanta e dei mitici anni settanta.

Rat-man

Cosa accomuna i super eroi della Marvel al nostro Rat-man nazionale? Nulla, per fortuna, non ha bisogno di sconfiggere i suoi nemici, salvare la fanciulla o impedire la distruzione del cosmo: per lui è già una conquista non affogare mentre lava i piatti o sopravvivere alla traversata delle strisce pedonali.

Bastard!! – Kazushi Hagiwara

Il castello di Kafka aveva un motivo per il quale il protagonista non poteva giungere al traguardo. Petrolio ( non ) finisce con delle bastonate vicino ad un campo di calcio sulla spiaggia di Ostia. Con una macchina che tenta di rendere Pasolini una foglia tra le pagine di un libro. Ma il motivo per il quale Bastard non è ancora finito è oscuro persino a Nostradamus.

Death Note – Tsugumi Ohba e Takeshi Obata

Vi piacerebbe avere il potere di uccidere chiunque? Magari decidendo anche l’ora e le cause della morte? Beh, nel caso in cui uno Shinigami (noto Dio della Morte) si annoiasse e decidesse di lasciar cadere il suo Death Note sulla Terra, sperate di essere voi a raccoglierlo. Se questa pagina appartenesse al Death Note, infatti, vi basterebbe scrivere il nome della vittima qui sotto e conoscerne il volto: morta!!!

Must Read

- Advertisement -