Moriremo soli, nei nostri letti Intervista ai Gufi, Luigino e Marisa

Qual è il vostro ruolo sociale? Marisa: Abitiamo i quartieri più miseri e malserviti. Luigino: Svolgiamo i lavori più umili e malpagati. Marisa: Gli uomini ci trattano come bestie. Luigino: Ma da sempre affasciniamo le donne sposate, che trovano riparo tra le nostre piume. Marisa: E perché proprio le donne sposate? Luigino: Perché crediamo nel valore della famiglia.

L’origine della bollywood dance

Nella musica, così come nel cinema, nel teatro e nella danza, si sta diffondendo un fenomeno chiamato “fusion”, che consiste nel miscelare diversi stili alla ricerca di un rinnovamento che a volte si fonda su tradizioni già radicate.

Tespi e quelli del carro

L’uomo vecchio guardava la strada, le sue mani stringevano le briglie. Accanto a lui, sul legno marcio, dormivano i due ragazzi, testa contro testa. Il viaggio era stato lungo, ma dietro il monte, finalmente Atene. Il vecchio svegliò i due, indicò davanti a sé e restarono a guardare in silenzio. Erano cinque anni che non vedevano la città.

La tragedia aristotelica

Come è già stato detto, il primo studio critico sulla tragedia è contenuto nella Poetica di Aristotele. In esso troviamo elementi fondamentali per la comprensione del teatro tragico, in primis i concetti di mimesi e di catarsi. Scrive nella Poetica: "La tragedia è dunque imitazione di una azione nobile e compiuta [...] la quale per mezzo della pietà e della paura finisce con l'effettuare la purificazione di cosiffatte passioni".

Must Read