Editoriale – Uno sparo nel buio vol°05

Nel 1925, un manifesto di artisti francesi che si firmavano “la révolution surréaliste”, indirizzato ai direttori dei manicomi, così concludeva: “Domattina, all’ora della visita, quando senza alcun lessico tenterete di comunicare con questi uomini, possiate voi ricordare e riconoscere che nei loro confronti avete una sola superiorità: la forza”.

Editoriale – Uno sparo nel buio Vol°04

Molte cose pesanti vi sono per lo spirito, lo spirito forte e paziente nel quale abita la venerazione: la sua forza anela verso le cose pesanti, piú difficili a portare. Che cosa è gravoso? domanda lo spirito paziente e piega le ginocchia, come il cammello, e vuol essere ben caricato.

Editoriale – Uno sparo nel buio Vol°03

Quanti Raymond Carver sono morti senza che nessuno si accorgesse di loro? C’è tutto un sottobosco di culture e sconosciuti linguaggi che sopravvivono come muffe nascoste nell’ombra. La mia penna si anima per loro.

Editoriale – Uno sparo nel buio Vol°02

Re-volver riconoscerà Pessoa. E non aspetterà che gli si piazzi di fronte: lo andrà a cercare nella canicola dell’alienazione artistica, mentre sorseggia birra e pigia i tasti del computer sperando siano il punto G degli esseri umani; o lo troverà con una bomboletta in mano a fare i graffiti sui tristi muri di Roma o con una reflex che cerca l’infinito nello sguardo di una pozzanghera.

Editoriale – Uno sparo nel buio Vol°01

E così vorresti fare lo scrittore? di Charles Bukowski

Editoriale – Uno sparo nel buio vol°00

L’alluvione che si è registrato nel 2007 sul litorale teramano e le sue conseguenze, mai affrontate con giusto peso e dovere di cronaca, ci ha spinto a crescere in fretta e “quello che avremmo voluto dirvi” abbiamo cominciato a dirlo sul serio. “Abbiamo passato i giorni a desiderare...”, ma poi ci siamo messi a scrivere ed eccoci pronti per ritornare su dove si è già stati. Ma per dire la verità stavolta...

Must Read

- Advertisement -